Giulio Cassanelli, White Shadow

Giulio Cassanelli, White Shadow

Un artista giovane che stiamo seguendo da un po’ di anni e a cui siamo particolarmente affezionati.

Giulio Cassanelli e l’attimo perfetto – sapone, pigmento bianco e acetato ipertrasparente (cm 40×27,5), 2012

Un gioco di ombre che calibra lo spazio tra opera e fondale. Una trasparenza che illude, ammaglia, lascia aperta una porta. Una casualità, apparente, giocata tra istantaneità e lentezza, tra osservazione e distrazione, tra sapone e bolla. La ricerca del momento perfetto in cui la bolla si appoggerà leggera diventando l’opera. Il lavoro di Giulio Cassanelli, giovane artista bolognese, è concentrato sull’attimo. Attimo in cui parte l’azione performativa, attimo in cui soffia per produrre la bolla, attimo in cui l’artista la osserva, attimo in cui la accompagna, attimo in cui – lei in tutto il suo panciuto essere – si poserà sul basamento trasparente, attimo in cui esploderà, attimo in cui diverrà opera e attimo in cui sarà tutt’uno con la materia che la supporta. L’artista partecipa all’opera ricercando l’ATTIMO PERFETTO. In quell’attimo che, “come spesso accade, cambia il volto di ogni cosa”. La bolla si trasforma e da oggetto ludico per bambini, diviene, per Cassanelli, con l’aggiunta di pigmenti, la protagonista della performance. Dall’aria alla terra la bolla da tridimensionale si trasforma in bidimensionale e in un attimo, colto dall’artista, diventa opera. Simona Gavioli
L’opera fa parte della collezione privata di Sauce and Life Project.
Categorie:

Art

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *